Sirtori | Consulenza psicologica familiare
50857
page-template-default,page,page-id-50857,qode-core-1.0.2,ajax_fade,page_not_loaded,,capri child-child-ver-1.0.0,capri-ver-1.8, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,blog_installed,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive

Consulenza psicologica familiare

La mediazione familiare è un tipo di intervento volto alla riorganizzazione delle relazioni familiari e alla risoluzione o attenuazione dei conflitti.

Un suo specifico campo di intervento si colloca nell’area delle separazioni e dei divorzi. Il percorso di mediazione, infatti, rappresenta una valida alternativa alla tradizionale via giudiziaria in tutti in casi in cui una coppia abbia deciso di separarsi.

La mediazione familiare può consentire ai coniugi che scelgono di porre fine al proprio vincolo matrimoniale di raggiungere, in prima persona, degli accordi di separazione e di essere artefici della riorganizzazione familiare che andrà a regolare la vita futura loro e dei loro figli.

La mediazione familiare, quale specifico servizio offerto alla famiglia in crisi, si fonda su di un presupposto essenziale che lo differenzia da ogni altro tipo di intervento affine: le persone, pur nel disordine emotivo/organizzativo che spesso accompagna una crisi coniugale, hanno la capacità di autodeterminarsi ed assumersi la responsabilità di decidere ciò che è meglio per loro, evitando di delegare ad un terzo, avvocato o giudice.

In mediazione familiare, quindi, i coniugi lavorano insieme con il mediatore per il raggiungimento di un obiettivo concreto: nel caso di divorzio o di separazione, ad esempio, operano per l’elaborazione di accordi di separazione che saranno poi presentati al giudice per ottenere la ratifica ufficiale necessaria.

La mediazione familiare non è necessariamente rivolta alle coppie che hanno già deciso di separarsi: in quanto servizio di aiuto in caso di conflittualità familiare, possono ricorrere a questo valido strumento tutti coloro che vivono una situazione di conflitto in famiglia, che sentono il bisogno di trovare uno spazio neutro in cui confrontarsi per chiarire la propria posizione, le proprie idee, che desiderano ritrovare un proprio ruolo coniugale o genitoriale corroso dal tempo o da situazioni conflittuali.